L'esperienza acquisita attraverso conoscenze plurime mi ha consentito di effettuare trattamenti di difficile gestione quali: l'obesità, il tabagismo cronico, algie osteoarticolari e altre patologie mediante la tecnica dell'agopuntura.

 

Quindi da ormai più di trent'anni mi occupo di obesità, cure dimagranti e di terapia inerente a tale patologia mediante tecnica dell'agopuntura che attenua il senso della fame e fa sopportare meglio un'alimentazione che non è poi così rigida come si potrebbe pensare,  senza incorrere in ansie, nervosismi e depressioni.

 

La tecnica con l'agopuntura è stata sicuramente la più efficace associata ad una dieta appropriata ipocalorica perchè con tale tecnica si attivano i circuiti locali di energia in modo che l'organismo vada a prelevare solo nei punti dove c'è l'accumulo.

 

Nelle adiposità localizzate fino a poco tempo usavo cocktails di sostanze omeopatiche per la Mesoterapia e la Ionoforesi per la diminuzione della circonferenza addominale, cosce, fianchi, caviglie con un buon esito anche se non risolutivo.

 

Perciò uso la tecnica di Agopuntura, eventuale sostanza omeopatica nella cosidetta fame nervosa, sostanze naturali e drenanti, un massaggio addominale per stimolare la diuresi con  ottimi risultati.

 

Per quanto riguarda l'obesità distrettuale (cioè localizzata) in passato l'unica terapia era solo chirurgica , liposuzione o liposcultura, interventi eseguiti esclusivamente privatamente, in regime di ricovero ospedaliero, in anestesia generale e non scevro talora da gravi complicanze e/o fallimenti estetici.

 

Da qualche anno la ricerca ha puntato sugli ultrasuoni anche in medicina estetica per ridurre gli inestetismi da ritenzione idrica (cellulite).

 

Di più recente introduzione è la tecnica ad ultrasuoni focalizzati detta tecnica di cavitazione (questa  tecnica è in grado di sostituire la liposuzione e la liposcultura).

 
macchina

Questo nuovo metodo di lavoro prevede l'uso di una apparecchiatura particolarmente complessa , in grado di emettere onde alla frequenza di 35-70 kHz capace di distruggere le cellule adipose, in modo selettivo, con effetto duraturo nel tempo, senza coinvolgere le microstrutture vascolari, nervose e muscolari.

La distruzione degli adipociti (cellule grasse) libera trigliceridi  (grassi) che vengono riassorbiti lentamente nei giorni successivi (circa 5 giorni) e che per tale motivo non si accumulano né a livello ematico né epatico.

t1

Questa metodica deve essere praticata da Medici esperti, in quanto è indispensabile prima dell'inizio della terapia cavitazionale , effettuare uno screening diagnostico e anamnestico per escludere la presenza di gravi dislipidemie (aumento dei grassi), malattie epatiche, malattie autoimmuni e tumorali, presenza di pace-maker , malattie tromboembolitiche).

Il trattamento è indolore e il paziente può riprendere tutte le attività subito dopo il trattamento, compreso l'esposizione al sole.

 
t2
 

Per tale motivo viene consigliata assunzione di drenanti naturali, riduzione di grassi e zuccheri (sia semplici che complessi) da almeno una settimana prima dell'inizio della terapia, assunzione di liquidi, acqua naturale, subito dopo il trattamento e nei giorni a seguire.

 

Al trattamento con ultrasuoni può essere associata Mesoterapia, Ionoforesi, Massaggio connettivale ed eventualmente microiniezioni di sostanza riducente nei casi pił ostinati o sostanza tonificante dove necessita rassodare e Dietoterapia con o senza agopuntura se il paziente è in sovrappeso. La durata del trattamento con ultrasuoni va dai 30 minuti a circa un'ora per seduta a seconda della zona da trattare a distanza di 12- 15- 20 giorni uno dall'altro con riduzione, in media, di 2-3 cm di grasso in una sola seduta.

 
t3

Le sedute vanno da 3 a 6 per aree di media dimensione o più, per adiposità estesa a seconda del tipo di paziente. Si pratica su addome, fianchi, cosce, ginocchia, caviglie, braccia indipendentemente se uomo o donna; per l'uomo anche sulla regione pettorale se c'è una pseudo-ginecomastia (aumento delle mammelle).
Molto efficace anche negli edemi post-traumatici in seguito ad interventi chirurgici e ginecologici e nelle ulcere e "ferite difficili" da rimarginare.

t3 t3 t3
prima ... prima ... dopo ...

Il numero delle sedute viene stabilito durante la visita medica che precede il trattamento.

Come è possibile evincere anche dalla letteratura su questa nuova metodica di trattamento, la tecnica della cavitazione con ultrasuoni oltre a non essere invasiva, può essere una valida alternativa alla liposuzione e liposcultura.
 
INIZIO PAGINA
   
 

Piazza di Vittorio, 1 - San Giuliano Milanese (MI) - Tel. 02 9847908 / 388 1667304 - Email: renee_2008@libero.it

 
  Site Map